Siate consapevoli, state al sicuro. BE AWARE, STAY SAFE

Ilpompiere.it vuole portare a conoscenza di tutti i colleghi vigili del fuoco questo importante studio che il
sindacato dei vigili del fuoco inglese ha
commissionato da un team di ricerca guidato dalla professoressa Anna Stec del
University of Central Lancashire (UCLan) dal titolo

“Ridurre al minimo l’esposizione dei vigili del fuoco a sostanze tossiche
effluenti del fuoco”
Pubblichiamo oggi la prima parte introduttiva del documento

Come vigili del fuoco, sappiamo tutti di un collega o
ex collega a cui è stato diagnosticato
cancro o un’altra grave malattia – e molti lo faranno
hanno perso la vita. In Italia come in tutto il mondo c’è una
spaventosa mancanza di ricerca sugli effetti del
lavoro antincendio sulla salute a lungo termine di quelli su
la prima linea.
Questo è ciò che ha portato il sindacato dei vigili del fuoco inglese a
commissionare questo studio guidato dalla professoressa Anna Stec del
University of Central Lancashire (UCLan), nel
legame tra l’esposizione professionale dei vigili del fuoco a
effluenti tossici del fuoco, cancro e altre malattie.
Questo rapporto non solo fornisce la prova del
aumento del rischio affrontato dai vigili del fuoco attraverso i loro
lavoro, ma fornisce anche una guida chiara e autorevole ai servizi antincendio e di soccorso
in tutto il Regno Unito sulle misure che possono adottare per ridurre al minimo l’esposizione dei vigili del fuoco a
contaminanti.
Il rapporto descrive in dettaglio come i vigili del fuoco affrontano il pericolo a causa della respirazione e dell’ingestione
contaminanti molto tempo dopo che un incendio è stato estinto – e come questi fuochi tossici
gli effluenti possono essere assorbiti dalla pelle. Dimostra dove sono attualmente i vigili del fuoco e i soccorsi
le pratiche di salute e sicurezza stanno fallendo, si basa sulle buone pratiche esistenti e stabilisce una
percorso verso un futuro più sicuro.
Nel produrre questo rapporto, il professor Stec e il suo team non solo hanno riassunto disponibile
prove scientifiche attraverso una revisione completa della letteratura, ma anche condotta
test dei contaminanti in loco presso una serie di stazioni di servizio antincendio e di soccorso nel
Regno Unito, analizzando oltre 1000 campioni raccolti. Il team ha anche intervistato oltre 10.000
vigili del fuoco e ha analizzato la gamma di pratiche di decontaminazione attuate dal fuoco
e servizi di soccorso nel Regno Unito e in tutto il mondo.
Riteniamo che lo studio scientifico e le basi per la produzione di questa guida saranno
essere utile anche a coloro che hanno un interesse più ampio nell’esposizione dei vigili del fuoco a sostanze tossiche
effluenti di incendio e detriti.
Siamo lieti di notare che prima della pubblicazione del rapporto dell’UCLan, la Camera dei Comuni
Il Comitato per l’Audit Ambientale ha raccomandato che l’Health and Safety Executive
(HSE) implementano le sue raccomandazioni sul miglioramento degli ambienti di lavoro dei vigili del fuoco. In
risposta il governo ha confermato che avrebbe incaricato HSE di monitorare la ricerca
e garantire che i servizi antincendio e di soccorso identifichino i rischi per i vigili del fuoco.
La ricerca è finanziata congiuntamente da UCLan e Firefighters 100 Lottery. Acquisto
i biglietti per la lotteria rimangono il modo migliore per sostenere la fase successiva di questo lavoro vitale
che richiede test più approfonditi degli ambienti di lavoro dei vigili del fuoco, ed è già
in corso in una serie di stazioni dei vigili del fuoco e centri di addestramento in tutto il paese. Tutti
chi sostiene la lotteria ha contribuito a sostenere questa ricerca vitale
Le raccomandazioni chiave che aiutano a ridurre il rischio per il personale vigili del fuoco
• Indossare sempre dispositivi di protezione delle vie respiratorie (ad es. autorespiratore) durante la lotta antincendio
Ciò dovrebbe includere anche durante le attività di salvataggio e consegna e altre attività
intraprese dal personale vigili del fuoco dopo che l’estinzione dell’incendio è stata completata, ma mentre
il contenuto dell’edificio è ancora “gasato”. I dispositivi di protezione delle vie respiratorie dovrebbero essere uno dei
gli ultimi DPI rimossi durante la svestizione (dopo la decontaminazione).
• I DPI che si sospetta siano contaminati devono essere riportati alla stazione o
posto di lavoro in un contenitore ermetico per prevenire la contaminazione incrociata.
• Evitare di mangiare, bere o fumare con le mani non lavate mentre si indossano o dopo aver tolto i DPI
che potrebbe essere contaminato.
• Dopo aver assistito a un incendio, tutto il personale deve indossare un set di abiti puliti e asciutti come
il prima possibile, idealmente prima di rientrare nell’apparecchio (o nel veicolo FDS).
• I DPI devono essere puliti e devono essere accuratamente decontaminati dopo ogni incidente per evitare a
accumulo di contaminanti tossici. I DPI devono essere controllati regolarmente per usura e danni
base e sostituiti se necessario.
• È importante proteggere le aree della pelle e delle vie respiratorie esposte quando si puliscono sporchi
DPI/attrezzatura. Ciò richiede un’adeguata protezione delle vie respiratorie (ad es. maschere per il viso o viso
rivestimenti) e guanti.
• “Doccia entro un’ora” quando si torna alla stazione da un incidente o dopo un incendio vivo
esercizio di allenamento.
• Screening sanitario regolare e registrazione della partecipazione agli incidenti nel corso di a
la carriera del vigile del fuoco è fortemente consigliata e sarà la chiave per il monitoraggio a lungo termine e
gestione della salute
Ogni servizio antincendio e di soccorso vigili del fuoco deve disporre di una decontaminazione completamente valutata in base al rischio
procedure (in rotta verso, durante e dopo gli incidenti di incendio) e garantire che tutto il personale interessato sia formato
nell’attuazione di tali procedure.
• Tutto il personale vigili del fuoco dovrebbe ricevere una formazione regolare e aggiornata sugli effetti nocivi per la salute
dell’esposizione agli effluenti tossici dell’incendio e come queste esposizioni possono essere ridotte, minimizzate o
eliminato.
• Tutti i vigili del fuoco dovrebbero avere politiche in atto per la cura, la manutenzione, l’ispezione e
pulizia professionale dei DPI.
• Stabilire e mantenere rigorosamente “zone designate” all’interno della caserma dei pompieri deve essere una priorità
per prevenire la contaminazione incrociata. I DPI non devono mai essere indossati nelle aree della stazione
designata come zona pulita (ad es. cucine, alloggi, ecc.) e deve essere conservata lontano da
oggetti personali.
• Per ridurre le esposizioni secondarie, le cabine degli elettrodomestici e le apparecchiature dalla risposta alle emergenze
i veicoli devono essere puliti e decontaminati regolarmente, soprattutto dopo incidenti
dove si è verificata l’esposizione a qualsiasi prodotto della combustione.
 

0 Comments

Leave a Comment

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register

fb_like3

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO. METTI UN MI PIACE!

DIVENTA FAN DE ILPOMPIERE.IT SU FACEBOOK

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: